Trading forex

Trading forex
Cos’è il forex?

Fai trading sul Forex
con FP Markets

Il mercato globale del forex è uno dei mercati in più rapido movimento, più liquido ed entusiasmante. Unisciti a migliaia di trader che già operano con FP Markets, un broker australiano pluripremiato autorizzato dall’ASIC, che offre oltre 60 coppie FX 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana. Tutte le principali coppie valutarie includono il dollaro USA (USD) come valuta di base o secondaria. Le coppie principali includono ad esempio il GBP/USD, l'EUR/USD e l'USD/JPY.

FP Markets ti offre gli spread più bassi, a partire da soli 0.0 pip. Abbiamo stretto una collaborazione con i principali istituti finanziari bancari e non bancari per garantire un pool di liquidità profonda, in modo da ottenere i migliori prezzi di mercato disponibili e l'esecuzione di ordini con una latenza estremamente bassa.

La nostra missione è fornire esperienze di trading senza soluzione di continuità utilizzando le ultime tecnologie a disposizione, tra cui le piattaforme di trading MetaTrader 4, MetaTrader 5 e Iress. Il controllo è a portata di mano con i migliori strumenti grafici per prendere decisioni informate.

La nostra costante attenzione all'eccellenza dal 2005 ci ha valso numerosi premi e riconoscimenti. FP Markets è 4 volte vincitore del premio "Best Trade Execution", assegnato dal prestigioso Investment Trends Report. Con un account manager personale dedicato per supportarti 24 ore su 24 e 5 giorni su 5, puoi iniziare a fare trading sul forex con un minimo di $100 e una leva massima fino a 500:1.

Inizia a fare trading Forex su una
piattaforma di trading pluripremiata

Con oltre 40 premi nel settore, FP
Markets è uno dei migliori broker forex
australiani regolamentati.

Broker regolamentato
australiano

Migliora la tua esperienza di trading con un broker forex australiano provvisto di licenza e pienamente regolamentato, vincitore di numerosi riconoscimenti.

Esecuzione a
bassa latenza

Ottieni tutti i prezzi di mercato disponibili e spread stretti, con un'esecuzione a bassissima latenza e uno slippage minimo.

Leva di trading
sul Forex

Ottieni una leva competitiva fino a 500:1 in oltre 50 coppie di valute e amplia la tua esposizione sui mercati forex globali.

Piattaforme
di trading

Ottieni un vantaggio competitivo nel trading forex con le piattaforme solide, ricche di funzionalità e facili da usare del MetaTrader 4, MetaTrader 5 e Iress.

Trading di valute con
Forex australiano
Broker

5 motivi per cui FP Markets
dispone della migliore piattaforma di trading in
Australia

Regolamentazione globale – La regolamentazione è un fattore importante per stabilire l'affidabilità di un broker e, in qualità di broker forex australiano soggetto a una regolamentazione tra le più severe, puoi beneficiare di prezzi trasparenti, di fondi clienti segregati e di una risoluzione equa nell'improbabile eventualità che insorga un qualunque problema.


Spread più stretti, esecuzione più veloce – Spread sempre più stretti a partire da 0,0 pip, esecuzione ultraveloce sotto i 40 millisecondi, liquidità ai massimi livelli e prezzi leader di mercato, 24/5.


Piattaforme e tecnologia all'avanguardia – Fai trading sulle migliori piattaforme di trading in Australia - MT4, MT5, Webtrader, portale clienti avanzato per tenere traccia dei tuoi trade e soluzioni VPS di qualità superiore per EA, scalper e auto-trading.


Supporto multilingue disponibile 24/5 – Assistenza clienti reattiva, personal account manager, aggiornamenti di mercato e supporto tramite social media.


15+ anni di esperienza nel trading – Fondata nel 2005.


Fai trading sul Forex con un broker Forex regolamentato australiano

Accedi al mercato forex con un'esperienza professionale di trading sul forex aprendo un conto di trading con FP Markets. Con strumenti grafici avanzati per un processo decisionale informato, analisi fondamentale e tecnica, supporto di un team esperto, streaming in diretta dei prezzi ed esecuzione a bassa latenza.

Cos'è il Trading sul Forex?

Il trading sul forex comporta l'acquisto di una valuta e la vendita simultanea di un'altra. Attraverso un'attenta analisi, i trader prevedono la direzione potenziale dei prezzi delle valute e cercano di realizzare guadagni in base alle fluttuazioni dei prezzi. Non esiste uno scambio centralizzato per il trading sul forex. Esso avviene invece elettronicamente o online, tra reti di computer globali. Il mercato è aperto 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana.

Ci sono 4 sessioni di trading principali.

Tieni presente che in alcuni paesi come l'Australia, gli Stati Uniti e il Regno Unito, il cambio da/a l'ora legale è previsto nei mesi di ottobre/novembre e marzo/aprile. Quindi, programma i tuoi trade di conseguenza. La liquidità del mercato per le coppie di valute dipende dalle sessioni di trading sul forex. Ad esempio, la coppia EUR/USD mostra molto movimento e liquidità durante la confluenza delle sessioni di Londra e New York. La coppia AUD/USD mostra il massimo movimento nelle sessioni di Tokyo e Londra. Una volta che sai quando fare trading, il passo successivo è impararne il gergo. Quindi, ecco alcuni termini e concetti in cui ti imbatterai sul mercato.

A Brief History
of Forex

The exchange of currencies dates back to 600BC when the first official currency was created. Fast forward to today and the forex market has become the largest financial market in the world. The timeline below highlights key moments in the journey of forex.

600

BC

Kingdom of Lydia introduces
coins made of gold and silver.

618

AD

Tang dynasty in China created
the paper note.

1661

AD

The first banknote ever printed
in Europe is produced in
Sweden.

17th

CENTURY

Amsterdam becomes home to
the first forex market ever
created.

1819

AD

England adopts the gold
standard with the government
guaranteeing to redeem any
amount of paper money for its
value in gold. The United States
followed suit in 1834 before
other major countries (France,
Germany and others) in 1870.

1946

AD

Following multiple World Wars,
the gold standard system
breaks down. It is replaced by
the Bretton Woods System.
The US Dollar is established as
the world’s reserve currency.

1973

AD

Official switch to the free
floating system.

1996

AD

Birth of online brokers.

2005

AD

MetaTrader 4, a revolutionary
trading platform is released. It
is specifically designed for forex
traders and features real-time
pricing.

Today

Daily forex turnover figures
exceed more than $5 trillion per day.

How Do Forex Markets
Work?

Forex is the most popular over-the-counter (OTC) market. In forex, currencies are bought and sold through a network of banks. As there is no exchange, forex trading is decentralised and trading can take place 24 hours per day. There are 4 main trading sessions, namely Sydney, London, New York and Tokyo.

The most popular forex market type is the spot forex market. In forex, spot trades involve the exchange of currency pairs electronically using an online trading platform. Other market types include the forward forex market and futures forex market.

What is a Base
and Quote Currency?

Currencies are denoted in 3lettered ISO codes. Examples of how major currencies are denoted are USD (US dollar), AUD (Australian dollar), EUR (Euro), JPY (yen) and GPB (British Pound).

In foreign currency trading, currencies are quoted in pairs. When you see a currency pair, the first currency is called the base currency and the second currency is the quote currency or counter currency. For instance, say the EUR/AUD is trading at 1.6163. This means to buy 1 unit of Euro, you will need $1.6163 Australian dollars.

What Moves
the Forex Market?

There are a number of factors that have an impact on the forex market. They can split
into two categories; market participants and macroeconomic factors.

Market Participants

Super Banks: As it is decentralised, it is the world's largest banks that determine the exchange rate. Global banks such as Barclays, HSBC, Citi, JPMorgan and Deutsche Bank are among the biggest traders of forex.

International Companies: Large global corporations are involved in the foreign exchange market for the purpose of doing business. If an Australian-based company is selling products in the United States they will have to trade USD to AUD in order to return their income back home.

Retail Traders: Refers to individuals who trade their own money in order to make a profit. Easier access to the forex market through online brokers and advanced trading platforms has resulted in retail traders accounting for a growing proportion of the forex market.

Economic & Macroeconomic Factors

Central Banks: Macroeconomic statistics such as inflation have a significant impact on forex markets. Governments and central banks such as the Federal Reserve meet on a regular basis to evaluate the status of their respective economies, set interest rates and monetary policy - all of which have a direct impact on forex markets.

Capital Markets: The prices of stock, bond and commodity futures also have an influence on foreign exchange markets.

International Trade: Figures relating to the trade numbers of a country have an impact on the value of currency. Trade deficits and surpluses will be reflected by price movements in the forex market.

Politics: This is particularly the case around key political events such as elections and results in high levels of volatility in the forex market. This is evident by historical events such as Brexit in the United Kingdom and numerous presidential election campaigns in the United States.

How does Forex
Trading work?

Il trading Forex prevede l’acquisto e la vendita simultanei di due valute. Se ad esempio acquisti la coppia EUR/JPY, stai acquistando EUR vendendo JPY. Se invece vendi la coppia, stai acquistando JPY e vendendo EUR.

Advancements in technology now allow investors to access the foreign exchange market via online brokers. This is done using forex trading platforms such as MetaTrader 4, MetaTrader 5 and Iress. Read more on Come si fa a fare trading forex?

The rise in online trading has paved the way for using CFD trading. These are leveraged products which allow traders to open a position with an initial investments that is only a fraction of the value of the full trade.

Un esempio di trading
a leva sul CFD

Ammettiamo di voler fare trading con i CFD in cui l’asset sottostante è l’US30, ovvero l’indice “Dow Jones Industrial Average”. Ammettiamo che l’US30 sia scambiato a:

Spread bid/ask

Il prezzo “bid” rappresenta il prezzo di vendita. Questo è l’importo a cui viene venduto l’asset. Il prezzo più elevato dei due è il prezzo “ask” o prezzo di acquisto, ovverosia il prezzo al quale può essere acquistato l’asset. La differenza tra questi due prezzi è lo spread. Questo è il costo dell’operazione. A seconda di quanto risulta liquido l’asset e la tua scelta di broker, lo spread può essere ampio o serrato. Ad esempio, un broker può derivare le quotazioni da un ampio ventaglio di fornitori di liquidità per offrire spread bid/ask più ridotti.

Decidi di acquistare USD per il valore di 20.000 AUD perché pensi che in futuro il prezzo AUD/USD aumenterà. La leva finanziaria del tuo conto è impostata su 100:1. Questo significa che devi depositare l'1% del valore totale della posizione sul tuo conto di margine.

Nella prossima ora, se il prezzo si muove a 0,6880/0,6882, il tuo trade è vincente. Potresti chiudere la posizione vendendo al prezzo corrente di 0,6880 USD.

In questo caso, il prezzo si è mosso a tuo favore. Se invece il prezzo fosse sceso, in controtendenza rispetto alle tue previsioni, avresti subito una perdita. Se il margine libero scende al di sotto del 50% del margine richiesto, la posizione sarà soggetta a stop out.

Noti come una piccola differenza di prezzo può offrire opportunità di trading? Questa piccola differenza è nota come ""pip"" o ""percentuale in punti"". Nel mercato del forex, come nell'esempio precedente, è il secondo più piccolo incremento di prezzo. Per asset come l'AUD/USD, che includono il dollaro USA, un pip è rappresentato fino al 4° decimale. Ma, nel caso di coppie che includono lo Yen giapponese, come l'AUD/JPY, la quotazione è solitamente fino a 3 cifre decimali.

Questa continua valutazione dei movimenti di prezzo e dei profitti/perdite risultanti avviene su base giornaliera. Di conseguenza, potremo avere un rendimento netto (positivo/negativo) sul margine iniziale. Qualora il margine iniziale sia inferiore, il broker emetterà una richiesta di margine. Se non viene depositato il denaro richiesto, il contratto verrà chiuso al prezzo di mercato corrente. Questo processo è noto come “marking to market”.

Se il prezzo
di AUD/USD
A Potresti guadagnare o perdere
(per una posizione lunga)
Con conseguente ritorno
del margine iniziale pari al
Cresce del 10% 0.75603/0.75606 0.75603/0.75606 1000%
Cresce del 5% 0.72167/ 0.72169 USD 687.4 500%
Cala del 10% 0.61857/0.61859 USD -1374.6 -500%
Cala del 5% 0.65293/0.65297 USD -687.4 -1000%

Quotazioni Forex/
Tassi di cambio

Le valute sono negoziate a coppie, come Euro/Dollaro USA (EUR/USD) o Dollaro australiano/Dollaro USA (AUD/USD). Le valute sono indicate con codici ISO a 3 lettere, come EUR (Euro), GBP (Sterlina inglese) e USD (Dollaro USA). Nella coppia di valute, la prima delle due viene chiamata “valuta base” (base currency) mentre la seconda viene chiamata “valuta quotata” (quote currency o counter currency). Ad esempio, supponiamo che la coppia EUR/USD è scambiata a 1,1086. Questo significa che per acquistare 1 unità di Euro, occorrono 1,1086 USD.

Il prezzo più alto $1,1087 è il prezzo ask, mentre $1,1086 è il prezzo bid. Il prezzo bid è il prezzo massimo che un acquirente è disposto a pagare per la valuta. Il prezzo ask è il prezzo minimo che un venditore è disposto ad accettare per la stessa valuta. Questi prezzi fluttuano costantemente, a seconda della domanda e dell'offerta, del sentiment del mercato e degli eventi esterni.

Spread

La differenza tra questi due prezzi è nota come spread. Essa include le commissioni del broker. Lo spread dipende dalla scelta della coppia di valute e dal broker forex. I broker forex autorizzati che forniscono i prezzi ECN (Electronic Communications Network) possono ottenere le quotazioni da diversi fornitori di liquidità sul mercato. Ciò significa che possono offrire spread ristretti.

Iniziare a fare trading nel forex con un
broker regolamentato in Australia

Pip

Pip è l'acronimo di Point in Percentage. Rappresenta la seconda più piccola variazione del tasso di una coppia di valute ed è un'unità standardizzata. Per una coppia di valute basate sul dollaro USA, come l'AUD/USD, un pip è pari a $0,0001. Tuttavia, per alcune valute, come lo Yen giapponese (JPY), è pari a $0,001.

Le fluttuazioni del valore dei pip hanno un effetto sugli utili da negoziazione. Ad esempio, se si decide di acquistare €10.000 e la coppia EUR/USD è scambiata a 1,1086, il prezzo da pagare sarà di $(10.000×1,1086) o $11.086.

Se il tasso di cambio per questa coppia vede un aumento di 5 pip, il che significa che la coppia EUR/USD è ora scambiata a 1,1091, allora per acquistare 10.000€, occorrerà pagare $11.091.

Maggiori, Minori ed
Esotiche

Non tutte le coppie di valute sono scambiate in grandi volumi. Il dollaro USA, essendo la valuta della riserva mondiale, è sicuramente la più scambiata, sebbene nel corso degli anni il suo predominio si sia in parte affievolito. In base alla frequenza con cui vengono scambiate, le coppie di valute sono suddivise in categorie maggiori, minori ed esotiche.

Maggiori

Le coppie valutarie maggiori hanno gli spread più stretti

Sono:

EUR/USD

Euro/US Dollar (aka Fiber)

GBP/USD

British Pound/US Dollar (aka Cable)

USD/JPY

US Dollar/Japanese Yen (aka Ninja)

USD/CHF

US Dollar/Swiss Franc (aka Swissy)

CAD/USD

Canadian Dollar/US Dollar (aka Loonie)

AUD/USD

Australian Dollar/US Dollar (aka Aussie)

NZD/USD

New Zealand Dollar/US Dollar (aka Kiwi)

Minori

Poi viene una categoria di coppie valutarie minori, altrimenti note come coppie valutarie incrociate. Sono chiamate così perché non includono il dollaro USA. Quindi, per convertire l'una nell'altra, il dollaro USA dovrà fungere da valuta di mediazione.

Alcune coppie minori sono:

EUR/GBP

Euro/British Pound (aka Chunnel)

EUR/AUD

Euro/Australian Dollar

CHF/JPY

Swiss Franc/Japanese Yen

GBP/JPY

British Pound/Japanese Yen (aka Gopher)

GBP/CAD

British Pound/Canadian Dollar.

Esotiche

Le esotiche possono includere una valuta maggiore con una valuta dei mercati emergenti. Il trading in esotiche è considerato rischioso, in quanto tendono ad avere una bassa liquidità e spread più ampi; inoltre l'instabilità politica in questi paesi può renderle volatili.

Alcuni esempi sono:

EUR/TRY

Euro/Turkish Lira

USD/HKD

US Dollar/Hong Kong Dollar

AUD/MXN

Australian Dollar/Mexican Peso

Tra parentesi sono indicate le abbreviazioni comuni di queste coppie di valute.

Andare long o andare short

Quando si assume una posizione long in una coppia valutaria, si acquista una valuta nella speranza che il suo prezzo aumenti (si apprezzi) in futuro. Ciò significa che si desidera acquistare la valuta di base e vendere la valuta quotata, poiché ci si aspetta che la valuta base si apprezzi rispetto alla valuta quotata.

Quando si assume una posizione short in una coppia valutaria, si vende la valuta base aspettandosi che si deprezzi (calo del prezzo) in futuro, il che consente di acquistarla in un secondo momento, ma a un prezzo inferiore.

Dimensioni del lotto

Quando decidi le dimensioni della tua posizione, un termine che sentirai sarà ""lotto"". I lotti sono dimensioni di posizione standardizzate delle valute. Il mercato forex ti offre la flessibilità di operare secondo i tuoi mezzi e il tuo profilo di rischio. La dimensione standard per un lotto è di 100.000 unità della valuta di base. Ci sono anche mini, micro e nano lotti che contengono rispettivamente 10.000, 1.000 e 100 unità della valuta base.

Cos'è la liquidità nel trading Forex?

La liquidità nel mercato del forex si riferisce alla capacità di una valuta di essere acquistata o venduta su richiesta. Quando si fa trading sulle principali coppie di valute, ci sono molti acquirenti e venditori sul mercato. Questo significa che è sempre probabile che ci sia un operatore contrapposto per ogni posizione che si prende. È possibile acquistare o vendere grandi quantità di queste valute senza causare alcuna differenza significativa al tasso di cambio.

La liquidità fluttua durante le sessioni di trading. È probabile che si verifichi un'attività significativa durante la sovrapposizione delle sessioni di New York e Londra. A seconda del tuo stile di trading, potresti trarre profitto scegliendo specifiche sessioni di trading. Ad esempio, i trader a breve termine preferiscono le sessioni di trading negli Stati Uniti o a Londra, quando tendono a verificarsi grandi breakout di prezzo e movimenti percentili. La sessione di Tokyo è spesso limitata e quindi potrebbe non essere la migliore per loro.

I mercati liquidi, come il forex, tendono a fluttuare con incrementi minori, poiché un'elevata liquidità significa meno volatilità. Tuttavia, un'elevata volatilità può verificarsi a causa di eventi esterni significativi.

Il concetto di
leva finanziaria nel
Trading

La leva finanziaria nel trading sul forex è un utile strumento finanziario. Permette ai trader di ottenere una maggiore esposizione ai movimenti del mercato di quanto potrebbero altrimenti permettersi. Quindi, questo significa che un trader può aprire una posizione del valore di $100.000 con soli $1.000 sul proprio conto, con un rapporto di leva di 100:1.

L'importo della leva finanziaria è fornito dal broker forex. Consideralo come un prestito, che può aiutarti ad aumentare i tuoi guadagni con piccoli incrementi di prezzo. Tuttavia, ricorda anche che la leva finanziaria aumenta anche le tue perdite, se i prezzi si muovono nella direzione sbagliata. Per questo motivo, è importante mettere in atto solide strategie di gestione del rischio durante il trading.

Quando si decide di fare trading, è necessario aprire un conto di margine con un broker regolamentato. Qui, dovrai depositare un importo di margine iniziale, necessario per mantenere attive le tue posizioni con leva finanziaria.

Viene anche chiamato margine di deposito. Quando l'importo scende sotto il livello minimo, il tuo broker emetterà un margin call. Questo significa che dovrai depositare dei fondi per mantenere aperte le tue posizioni. In caso contrario, il broker potrebbe chiudere le tue posizioni.

Un rapporto di leva 50:1 significa un requisito di margine minimo di 1/50 o 2% del valore totale del tuo trade"". Analogamente, un rapporto di leva 100:1 significa che devi depositare almeno l'1% del valore totale del tuo trade nel tuo conto di margine.

Analisi tecnica e fondamentale

Fare congetture per prevedere la direzione del movimento dei prezzi non è esattamente una buona idea. I trader esperti conducono attente analisi di mercato, al fine di determinare la direzione in cui è probabile che si muovano i tassi di cambio. In questo contesto vengono utilizzati due approcci principali: l'analisi fondamentale e l'analisi tecnica. Per approfondimenti più dettagliati sull'analisi fondamentale e tecnica e per una formazione sul trading, visita il nostro blog Traders Hub.

Analisi fondamentale

I valori delle valute fluttuano in base alla salute economica percepita di una nazione. L'analisi fondamentale è lo studio di tutti i fattori che influenzano l'economia di un paese ed è anche rappresentativa delle sue tendenze future. Quando gli investitori percepiscono una particolare economia come più redditizia di altre, la domanda di valuta nazionale aumenta, facendone salire il prezzo. I trader fondamentali guardano a questi indicatori per valutare la salute economica di un paese.

Politica monetaria: I tassi di interesse decisi dalla banca centrale di un paese hanno un impatto diretto sulla valuta nazionale. Quando il tasso di interesse aumenta, il valore della valuta tende ad apprezzarsi e viceversa.

Tasso di inflazione: Le banche centrali hanno la responsabilità di tenere sotto controllo l'inflazione e di promuovere l'occupazione. A tal fine dispongono di vari strumenti, tra cui la politica monetaria della nazione, gli interventi sul mercato e l'allentamento quantitativo (quantitative easing).

Bilancia commerciale: L'equilibrio tra le esportazioni e le importazioni di un paese può avere un impatto sui valori valutari.

Crescita del PIL: Lo stato di salute generale di un'economia è indicato dalla crescita del PIL. I valori valutari tendono ad apprezzarsi con un tasso di crescita del PIL favorevole.

Esistono molteplici altri indicatori economici, come il tasso di occupazione, le vendite al dettaglio, l'indice manifatturiero e i dati del mercato immobiliare, che hanno un impatto sul mercato del forex. Per monitorare le notizie economiche, i trader utilizzano un calendario economico. Questo perché una significativa volatilità tende a manifestarsi nei giorni in cui vengono pubblicati report importanti. A seconda che le cifre reali incontrino o meno il consenso del mercato, i prezzi delle valute possono salire o scendere.

Analisi tecnica

L'analisi tecnica si basa sul principio che i mercati tendono a ripetere l'andamento storico dei prezzi. Per scoprire queste tendenze, i trader si affidano agli indicatori tecnici e all'analisi dei grafici forex. Gli indicatori tecnici sono in realtà formule statistiche che possono fornire importanti informazioni sul mercato. Essi sono suddivisi in categorie:

Tendenza: Come ad esempio la Media semplice, le Linee di tendenza, la Media mobile di convergenza divergenza (MACD)

Volume: Come ad esempio On Balance Volume (OBV), Chaikin Money Flow (CMF)

Momentum: Come ad esempio gli Oscillatori stocastici, l'Indice di forza relativa (RSI)

Volatilità: Come ad esempio Average True Range (ATR), Volatility Index (VIX)

Le piattaforme di trading sul Forex come MetaTrader 4 e MetaTrader 5 sono dotate di indicatori tecnici preinstallati, che consentono di analizzare le tendenze in corso e le eventuali possibilità di inversione dei prezzi. Sulla base di questi indicatori, è possibile creare strategie di trading sul forex.

Queste piattaforme consentono anche di utilizzare una combinazione di analisi sia fondamentale che tecnica. Mentre l'analisi fondamentale, attraverso gli avvisi di notizie finanziarie, permette ai trader di misurare il tasso di interesse e le prospettive di inflazione per entrambe le valute di una coppia, gli indicatori tecnici e i grafici forniscono una visione delle tendenze e degli intervalli all'interno dello storico dei prezzi. I modelli dei grafici possono fornire indizi su come i prezzi potrebbero muoversi all'interno dei modelli e dove è probabile che si muovano dopo un break-out.

Iniziare a fare trading nel forex con un
broker regolamentato in Australia

Come fare trading sul Forex

Dai un'occhiata a questi 5 passi per iniziare a fare trading sul Forex:

Passo 1 | Formarsi personalmente

Impara tutto quello che puoi sul mercato. Comprendi come il trading sul forex può portarti benefici e accertati del tempo che puoi dedicargli. Impara a decifrare i fondamentali del mercato e a studiare i grafici.

Passo 2 | Trovare un broker regolamentato

Un broker regolamentato o con licenza garantirà che i tuoi fondi rimangano protetti e ti fornirà gli strumenti necessari per operare in modo efficiente. Apri un conto demo FP Markets e accedi al nostro materiale didattico, potrai così mettere in pratica le tue strategie in condizioni di mercato live, senza rischiare il capitale.

Passo 3 | Aprire un conto di margine

Decidi il tuo profilo di rischio/rendimento. Quanto del tuo capitale puoi permetterti di perdere nel trading? In base a questo, scegli la tua leva finanziaria. Se sei un principiante, è una buona idea iniziare basso.

Passo 4 | Scegliere la piattaforma di trading

I broker con licenza ASIC offrono alcune delle migliori tecnologie forex. Il tuo successo a lungo termine nel trading dipenderà dalla rapidità di esecuzione delle operazioni, dal minimo slippage, dalla sicurezza del fondo e dall'efficienza dell'analisi tecnica. Scegli una piattaforma come MT4 o MT5 che offra tutte queste caratteristiche, consentendoti al tempo stesso di fare trading su dispositivi mobili.

Trading forex - FAQ

The main difference between the two is that Forex is limited to currencies while Contracts for Difference (CFDs) cover a broader range of asset classes. This includes Shares, Indices, Commodities and Cryptocurrencies.

Find our more about the Similarities and Differences Between Forex and CFDs.

Presentiamo la nuova
app di FP Markets

Trading a basso costo in mobilità!

Fai trading sui mercati globali da mobile. Accedi a tutti i tuoi prodotti preferiti da una pratica app e da un unico conto.

Forex / CFD sulle azioni / Indici /
Materie Prime / Criptovalute

Get instant Updates in Telegram
Mappa del sito | © FP Markets 2020